Gli adempimenti conseguenti le elezioni amministrative del 26 maggio 2019

Si sintetizzano di seguito i principali adempimenti di interesse per il settore finanziario, conseguenti l’elezione del nuovo Sindaco:

Indennità di fine mandato

Prevista dall’art. 82 c. 8 lettera f) del Tuel. L’importo dovrebbe essere stato accantonato annualmente nell’avanzo di amministrazione nella sezione vincolata. Il diritto del Sindaco uscente sorge al momento di cessazione dalla carica, anche in caso di rielezione.

Determinazione dell’importo dei gettoni di presenza del Consiglio, indennità di funzione del sindaco e assessori

Il Decreto del Ministero dell’Interno di concerto con il Ministero del Tesoro n. 119 del 4.04.2000 riporta le misure delle indennità di funzione e dei gettoni di presenza per gli amministratori locali. Gli importi sono suddivisi per fascia demografica, e si prende a riferimento – ex art. 156 c. 2 del Tuel- la popolazione residente calcolata alla fine del penultimo anno precedente- ossia il 2017.  E’ possibile applicare delle percentuali di incremento in base ad una serie di parametri riferiti al bilancio.

Verifica straordinaria di cassa

L’art. 224 c. 1 del Tuel, prevede che in caso di mutamento della persona del Sindaco (quindi, NO, nel caso di rielezione) si procede ad una verifica straordinaria di cassa, a cui devono intervenire il sindaco uscente e quello entrate, il segretario, il responsabile del servizio finanziario e l’organo di revisione. Le modalità della verifica sono identiche a quelle previste per le verifiche di cassa trimestrali.

Comunicazione variazione del legale rappresentante dell’ente

Anche qui solo nel caso di nuova elezione del Sindaco. In particolare è necessaria la variazione ai fini IVA entro 30 gg, nonché per altri Istituti come Inps, MEF (pareggio di bilancio). Risulta opportuna una ricognizione delle varie utenze sui portali intestate al Sindaco (ad es. PCC).

Linee programmatiche di mandato

In base all’art. 46 c. 3 del Tuel, bisogna presentare al Consiglio C.le le linee programmatiche di mandato, entro 45 gg dall’insediamento. Tali indirizzi saranno poi naturalmente ripresi dal DUP 2020-2022, che deve essere presentato al Consiglio, ordinariamente entro il prossimo 31 luglio.

La relazione di inizio mandato

Il documento è previsto dall’art. 4-bis del D.Lgs 149/2011, e deve essere redatto dal responsabile del servizio finanziario o dal segretario, e sottoscritto dal Sindaco entro 90 gg dall’insediamento. Il documento è basato su un modello ministeriale (così come per la relazione di fine mandato) e contiene varie informazioni di carattere finanziario e patrimoniale. In ogni caso si tratta di un documento più snello della relazione di fine mandato.

ServicePA