La nuova gestione contabile degli investimenti ai sensi del nuovo schema di DM Arconet

Con lo schema di Decreto, predisposto da Arconet, non ancora approvato e pubblicato dal Ministero viene agevolata la costituzione del FPV rispetto al passato

Si illustrano di seguito le novità del Decreto

Registrazione contabile livello minimo di progettazione (di seguito «progettazione»)

La spesa riguardante la progettazione richiesta ai fini dell’inserimento di un’opera nel programma triennale OO. PP. è registrata in bilancio prima dello stanziamento riguardante l’opera. Contabilizzato nella voce «incarichi professionali» U.2.02.03.05.001

E’ necessario che i documenti di programmazione dell’ente (DUP, ecc.) individuino in modo specifico l’opera a cui la spesa di progettazione è destinata, prevedendone anche le forme di finanziamento

Le opere di importo pari o superiori  a 100.000 euro devono essere inserite nel programma triennale OO PP, previa approvazione della progettazione prevista dalla normativa (art. 21 e 27 D.Lgs 50/2016)

In caso di progettazione interna, le spese NON vanno nel QE e non sono registrate in contabilità finanziaria

Per le opere inferiori a 100.000 euro non è necessario l’inserimento nel programma triennale OO PP.  Perciò in questi casi la spesa di progettazione e registrata al titolo II, con imputazione agli stanziamenti riguardanti l’opera complessiva

Per le opere pari o superiori a 100.000, queste sono inserite nel programma triennale a seguito della validazione della progettazione. L’inserimento dell’opera nel programma triennale consente l’iscrizione in bilancio dello stanziamento complessivo dell’opera.

Gli stanziamenti sono interamente prenotati a seguito dell’avvio del procedimento  di spesa e impegnati con il contratto concernente le fasi di progettazione successive al minimo

Nel caso di ricorso a CUC (Centrale unica di committenza)

  • A seguito della formale attivazione delle procedure di affidamento dell’opera da parte della CUC, l’ente destinatario dell’opera può conservare l’FPV stanziato in bilancio
  • A seguito della stipula del contratto d’appalto da parte della CUC per conto dell’ente, sono registrati gli impegni riguardanti le relative spese

Formazione FPV per le spese di progettazione

Anche le risorse destinate alle spese di progettazione pari o superiori a 40.000 euro possono essere accantonate in FPV

Alla fine dell’esercizio le risorse non ancora impegnate possono essere conservate in FPV se sono state formalmente attivate le procedure di affidamento (pubblicazione del bando, lettera d’invito..)

In assenza di aggiudicazione definitiva entro l’esercizio successivo, le risorse non impegnate confluiscono in avanzo disponibile, destinato o vincolato in relazione alla fonte di finanziamento per la riprogrammazione dell’opera ed il FPV è ridotto di pari importo

Formazione FPV per le spese inserite nell’elenco annuale per importi superiori ai 40.000 euro

Alla fine dell’esercizio, le risorse accantonate in FPV, per il finanziamento di spese NON ancora impegnate, sono interamente conservate nel FPV  se sono verificate le prime 2 condizioni:

  • Sono state interamente accertate le entrate che costituiscono la copertura dell’intera spesa di investimento
  • L’intervento cui l’FPV si riferisce è inserito nell’ultimo programma triennale OO PP (non applicata per i lavori tra 40.000 e 100.000 euro)

E si verifica almeno una delle seguenti condizioni:

  • Le spese previste nel QE sono impegnate sulla base di obbligazioni giuridicamente perfezionate per: acquisizione terreni, espropri, allacciamenti pubblici servizi, analoghe spese indispensabili necessarie all’esecuzione dell’intervento…
  • Sono state formalmente attivate le procedure di affidamento dei livelli di progettazione successivo al minimo
  • Entro l’esercizio successivo alla validazione del progetto, sono state formalmente attivate le procedure di affidamento. In assenza aggiudicazione definitiva entro l’esercizio  successivo le risorse confluiscono in avanzo

A seguito della stipula del contratto di appalto (e non più aggiudicazione), le spese contenute nel QE dell’opera prenotate, ancorché non impegnate, continuano ad essere finanziate da FPV, mentre gli eventuali ribassi d’asta costituiscono economie di bilancio e confluiscono nel risultato di amministrazione se entro il secondo esercizio successivo alla stipula del contratto non sia intervenuta formale rideterminazione del quadro economico progettuale da parte dell’organo competente

In sintesi, gli enti potranno costituire il fondo pluriennale vincolato per le spese di progettazione definitiva o esecutiva nel momento in cui sarà avviata la procedura di gara, e potranno anche prenotare l’intero quadro economico di spesa relativo ai lavori