Rinvio a Settembre per il Bilancio di Previsione e gli equilibri

L’art. 106 c. 3-bis del DL 34/20 come convertito con modificazione della L. 77 del 17/07/20 ha previsto una nuova proroga al 30 settembre 2020 del termine di approvazione del Bilancio di Previsione 2020/22 e ha disposto la stessa scadenza anche per la verifica degli equilibri di bilancio di cui all’art. 1893 c.2 del Tuel.

Tuttavia non è tato toccato il termine del 31 luglio per l’approvazione della variazione di assestamento di bilancio, previsto dall’art. 175 c. 8 del Tuel.

Sul punto è intervenuto un chiarimento di Arconet che con la FAQ n. 41 del 15 luglio ha analizzato la funzione che quest’anno svolge la variazione di assestamento generale.

Arconet, dopo aver precisato che l’assestamento generale di bilancio, che di norma viene approvato contestualmente alla verifica degli equilibri, ha la funzione di garantire gli equilibri, chiarisce che, per il corrente esercizio, stante la non coincidenza dei termini di legge dei due adempimenti in questione, la funzione dell’assestamento, adempimento che in ogni caso non riguarda gli enti che non hanno ancora approvato il bilancio di previsione, può essere limitata all’adeguamento del bilancio alle risultanze del rendiconto della gestione 2019, quali l’utilizzo dell’avanzo o l’applicazione del disavanzo di amministrazione.

Arconet precisa inoltre che, a seguito della verifica degli equilibri di settembre, gli enti dovranno apportare al bilancio di previsione tutte le variazioni necessarie per consolidare gli equilibri di bilancio 2020/2022. Questo chiaramente non vuol dire che la variazione di assestamento di quest’anno è rinviata al 30 settembre (il termine infatti resta fermo al 31luglio), ma semplicemente che in concomitanza con la verifica degli equilibri dovrà essere adottata una “semplice” variazione di bilancio con la quale dovrà essere attuata una verifica generale di tutte le voci di entrata e di uscita, al fine di assicurare il mantenimento degli equilibri di bilancio.